Vitamina B12 - 50 ml. (metilcobalamina liquida sublinguale)

Vitamina B12 - 50 ml. (metilcobalamina liquida sublinguale)  1

Codice Prodotto: vgst-16

Prezzo Base: € 22.00

Prezzo Scen: € 19,80

Q.ta:



Effetti e Benefici
Senza latte e latticini, 100% vegetale, vitamine

Cosa è:

La vitamina B12 è indispensabile per la salute dell'organismo e siccome il nostro corpo non è in grado di sintetizzarla direttamente è necessario che venga assunta attraverso gli alimenti che mangiamo.

Si tratta di una vitamina idrosolubile e per essere assorbita dal corpo deve essere riconosciuta da una sostanza emessa dalle pareti dello stomaco, denominata "fattore entrinseco". Per essere nella normalità i valori della vitamina B12 presenti nel sangue e riscontrabili dalle analisi dovrebbero essere pari a 200-900 mcg/100 ml.

 

Le funzioni della vitamina B12:

Il ruolo principale della vitamina B12 consiste nel regolare la sintesi del DNA e dell'emoglobina, favorendo la crescita dei globuli rossi all'interno del midollo osseo. Altra importante funzione della vitamina B12 è quella di trasformare l'omocisteina in metionina, eliminandone così ogni traccia di tossicità. (leggi qui per maggiori approfondimenti sul ruolo della omocisteina in relazione alla vit. B12)

Altre funzioni importanti:

  • La vitamina B12 contribuisce al normale funzionamento del sistema nervoso.
  • La vitamina B12 contribuisce al normale metabolismo energetico.
  • La vitamina B12 contribuisce alla riduzione della stanchezza e dell'affaticamento.
  • La vitamina B12 contribuisce alla normale funzione del sistema immunitario.
  • La vitamina B12 Veggye style è adatta a bambini ed anziani.
  • La vitamina B12 Veggye style è adatta a vegetariani e vegani.

 

Deficit di vitamina B12 e possibili conseguenze:

Una carenza di vitamina B12 può provocare l'anemia perniciosa, una grave patologia che consiste nella riduzione del numero di globuli rossi all'interno del midollo osseo.

I sintomi di carenza in questo caso sono pressione sanguigna bassa, debolezza e spossatezza generale, diminuizione dei riflessi, pallore.

Altri sintomi possono essere  atassia ( movimenti traballanti e andatura instabile), debolezza muscolare, spasticità, incontinenza, ipotensione (pressione bassa), problemi visivi, demenza, psicosi e disturbi del comportamento.

I ricercatori spiegano che questi sintomi possano manifestarsi quando i livelli di vitamina B12 sono anche solo leggermente più bassi del normale e sono cosiderevolemente al di sopra dei livelli normalmente associate all’ anemia. Le persone a rischio di deficit di vitamina B12 includono i vegetariani, gli anziani, i neonati allattati al seno e le persone con aumentato fabbisogno di vitamina B12 associato a gravidanza, tireotossicosi, anemia emolitica, emorragia , tumori maligni, patologie epatiche o renali. La somministrazione di vitamina B12 oralmente, intramuscolo od intranasale è efficace per prevenire e trattare il deficit alimentare di vitamina B12.

 

Quantità contenuta in 1 confezione da 50 ml.: 333 spruzzi, 1 spruzzo contiene approssimativamente 70 mcg. di vitamina B12 attiva

Ingredienti: acqua, Metilcobalamina (vitamina B12), conservante naturale: acido ascorbico e ascorbato di potassio. 

Non contiene: latticini, lattosio, saccarosio, frumento, coloranti, conservanti, aromi artificiali.

Dosi consigliate: 1 spruzzo per 1-3 volte al giorno direttamente in bocca sulla lingua, assumere preferibilmente durante uno dei pasti principali.

 

 

Precauzioni d'uso: Nessuna nota alle dosi consigliate.

 

 

Dosaggio e tossicità La richiesta nell’uomo è minima ma essenziale. La dose giornaliera raccomandata di vitamina B12 è di 2 microgrammi per gli adulti e i giovani. Durante la gravidanza bisognerebbe aggiungerne 0,2 mcg e durante l’allattamento 0,6 mcg al giorno. I bambini da uno a tre anni hanno un fabbisogno di 0,7 mcg, dai 4 ai 6 anni di 1,0 mcg, e dai 7 ai 10 anni 1,4 mcg. I neonati sino a sei mesi dovrebbero assumerne 0,3 mcg e da 6 mesi a 1 anno, 0,5 mcg. E’ importante assumere quantità equivalenti di folato.La somministrazione di acido folico in caso di carenza di vitamina B12 può causare paralisi neurologica e un danno nervoso permanente. Una dieta vegetariana o macrobiotica, è di solito povera di vitamina B12 e alta in acido folico, il che può mascherare una carenza di vitamina B12; in questo caso è consigliabile un’assunzione quotidiana di dosi da 5 a 50 mcg. La vitamina B12 è presente quasi esclusivamente in prodotti di origine animale. I vegetariani che consumano anche le uova non dovrebbero manifestare carenze, gli altri dovrebbero prendere degli integratori. Le iniezioni per via endovenosa possono causare problemi alla pelle che spariscono nell’arco di una o due settimane. Dosi da 500 a 1000 mcg possono essere somministrate sotto forma di losanghe da sciogliere sotto la lingua. Gli alimenti ricchi di vitamina B12 sono le interiora, specialmente fegato e reni, uova, manzo e maiale.

DOSI

Le dosi indicate di seguito si basano su ricerche e pubblicazioni scientifiche, sull’uso tradizionale o su opinioni mediche. Molti integratori non sono stati accuratamente testati e la sicurezza e l’efficacia non possono essere provate. Le diverse marche possono realizzarli in modo diverso, con ingredienti variabili, anche all’interno della stessa linea. Le dosi indicate di seguito potrebbero non essere applicabili a tutti i prodotti. Si consiglia di leggere sempre le etichette e di discutere con un medico delle dosi ideali prima di iniziare la terapia.

Adulti (oltre i 18 anni)

Le linee guida italiane suggeriscono 1 mcg/die come valore medio di fabbisogno per l’adulto normale; durante la gravidanza si suggerisce di aumentare l’assunzione almeno fino a 1.20 mcg al giorno e fino a 1.50 mcg al giorno durante l’allattamento.

Le linee guida americane prevedono  dosi giornaliere più elevate, pari a 2,4 mcg al giorno per adulti e adolescenti dai 14 anni, 2.6 mcg al giorno in gravidanza, e 2.8 mcg in allattamento. Poiché dal 10 al 30% degli anziani non assorbe la vitamina B12 alimentare in modo efficiente, i soggetti oltre i 50 anni di età dovrebbero soddisfare le RDA attraverso il consumo di alimenti arricchiti con vitamina B12 o con l’ assunzione di un integratore.

Anche nelle donne vegetariane in stato di gravidanza e nei neonati carenti si consiglia un supplemento di vitamina B12.

Per evitare la comparsa di elevati livelli ematici di Omocisteina, i livelli ematici di B12 dovrebbero mantenersi a circa 300 pmol/l o sopra.

Nei Vegani, per mantenere livelli ematici di B12 sopra i 300 pmol/l sono necessari introiti di circa 3 mcg/die.

 

Poiché l'assunzione avviene nell'arco di più pasti, e l'assorbimento è pari a circa il 50% della dose introdotta, è necessaria una quantità assorbita di circa 1.5 mcg/die. Questa quantità è ottenibile con l'assunzione di:

 

  • 3 mcg/die a partire da cibi fortificati assunti nell'arco di parecchi pasti, oppure
  • 10 mcg/die da un'unica dose di integratore, oppure
  • 2000 mcg/settimana da un supplemento in unica assunzione

 

(Una simile analisi può essere fatta per i Folati, e mostra livelli ematici raccomandabili di circa 20 nmol/l, che corrispondono a circa 400 mcg/die, quantità che vengono agevolmente superate con una Dieta Vegana variata). Dosi troppo elevate possono ridurre sensibilmente la biodisponibilità per assenza di fattore intrinseco.

In ogni caso, la vitamina è fortemente termolabile quindi anche gli onnivori non dovrebbero sottovalutarlo in casi di potenziale carenza. L'integrazione è fondamentale in varie fasi della vita e non dovrebbe mai essere sottovalutata. In età pediatrica c'è una forte necessità di questa vitamina al fine di permettere una corretta espansione cellulare in fase di crescita. Dobbiamo tenere presente che anche in gestazione e allattamento, un corretto bilancio di B12 nella madre permette al feto o al neonato di averne un apporto regolare, non avendo in queste fasi altra fonte vitaminica al di fuori di quella materna. In età adulta la B12 partecipa alla rimozione dell'omocisteina, una molecola potenzialmente dannosa per il sistema cardio-vascolare e per il distretto cerebrale.Anche in terza età, ma non solo per i vegetariani, la cobalamina diventa un fattore importantissimo per una corretta omeostasi poiché in questa fase della vita è facile che si manifestino carenze latenti o dipendenti dalla comune malnutrizione senile, e si instaurino patologie strettamente associate anche alla stessa omocisteina, come recentemente scoperto per il Parkinson. Sembra che tale molecola possa perturbare il fitness microvenoso cerebrale mentre l'ipometilazione del DNA per carenza di B12 possa favorire alterazioni a livello dei sistemi di comunicazione intersinaptica dei neurotrasmettitori. In terza età la carenza subclinica può agire in modo subdolo a causa di insufficiente apporto, alterazioni dell'assorbimento, acloridria o alterazioni della produzione di fattore intrinseco.

Ovviamente più la dieta vegetariana sarà restrittiva e maggiore dovrà essere l'attenzione da porre nei confronti di tale eventuale carenza; questo perché gli ovo-latto vegani, avendo accesso ad alimenti mediamente ricchi di B12, possono non necessitare di integrazione, mentre i vegani, non avendo fonti di origine animale, dovranno necessariamente utilizzare integratori. Questo significa che, se da un lato le pubblicazioni internazionali hanno messo in luce i vantaggi di una dieta vegetariana per il fitness cardiovascolare, l'ombra dell'iperomocisteinemia per carenza di B12 potrebbe vanificarli, aumentando il rischio di malattia coronarica.

 

 

Scrivi una recensione

Valutazione:
Titolo recensione:
Testo recensione:

Se vuoi lasciare la tua recensione è necessario essere registrati sul nostro portale. Registrati ADESSO o Effettua la LOGIN!