•  info@scen.biz
  • |    Spedizioni Gratuite Per ordini superiori a 39 €     |    Contatti tel. 348/4631021     |     Whatsapp

Cerca in:

Maqui: il frutto dell'eterna giovinezza


Categorie Blog

Le bacche di Maqui, conosciute anche come il mirtillo della Patagonia, sono uno dei rimedi naturali più chiacchierati negli ultimi tempi: dall’elevato potere antiossidante, pare possano risolvere numerosi disturbi. Quali sono le loro caratteristiche e da dove arriva tutta questa attenzione?

L’Aristotelia chilensis – questo il nome scientifico del vegetale – è una pianta della famiglia delle Elaeocarpaceae diffusa nelle foreste temperate del Cile e dell’Argentina. L’arbusto, pur mantenendo un fusto mediamente sottile, può raggiungere i 5 metri d’altezza e produce delle particolari bacche violacee, dal sapore lontanamente simile al sambuco. Pur essendo una pianta sempreverde, la produzione del frutto – quello che si utilizza agli scopi di cura – è molto lenta: ci vogliono più di 5 anni per raggiungere un raccolto di circa 10 chili.

La raccolta delle bacche viene fatta a mano tra dicembre e marzo dai nativi Mapuche, gli indigeni che hanno tradizionalmente vissuto nella parte meridionale del Cile. Tradizionalmente i Mapuche hanno da sempre utilizzato il maqui per le sue proprieta’ terapeutiche. 

Storicamente, i Mapuche, furono i soli nativi sudamericani a resistere alla conquista euroepa. Secondo i conquistatori, i guerrieri Mapuche consumavano un bevanda fermentata chiamata "TEKU" a base di bacca di maqui che potrebbe aver contribuito alla forza e la resistenza che i guerrieri esibivano. 

Il caratteristico colore intenso del maqui, è dovuto alle antocianine (un gruppo di polifenoli) contenute nel frutto. Della pianta si utilizzano principalmente le bacche, talvolta anche le foglie.

Di seguito, le proprietà e gli usi più comuni.

LE ANTOCIANINE contenute nel Maqui

Le antocianine sono pigmenti vegetali, contenuti nelle foglie, nei fiori e, soprattutto, nei frutti del maqui. Appartengono alla famiglia dei flavonoidi, che a sua volta rientra nel gruppo dei polifenoli. Sono idrosolubili, quindi si sciolgono in acqua.

Le antocianine servono alle piante per proteggersi dall'irraggiamento solare. Esse agiscono, infatti, come antiossidanti e proteggono la pianta dalle radiazioni ultraviolette nocive. Tali radiazioni generano le cosiddette specie reattive dell'ossigeno (ROS), più note col nome di radicali liberi.Tra tutte, l'antocianina più presente è la delfinidina.

 

GLI EFFETTI DELLE ANTOCIANINE SULL'UOMO

 

È ormai consolidata la tesi secondo cui gli alimenti vegetali dall'alto contenuto di antocianine hanno un effetto benefico sull'uomo. Il maqui non fa eccezioni.I potenziali effetti delle antocianine sono:

  • Neutralizzare i radicali liberi dell'ossigeno, responsabili dell'invecchiamento cellulare.
  • Promuovere alti livelli di HDL, il colesterolo "buono".
  • Inibire la formazione di coaguli di sangue all'interno dei vasi.
  • Proteggere l'integrità delle pareti dei vasi sanguigni.
  • Preservare da attacchi di cuore e ictus.
  • Proteggere le LDL, il colesterolo "cattivo", dall'ossidazione.
  • Modulare la risposta infiammatoria e immunitaria.
  • Diminuire la risposta allergica.
  • Mantenere la glicemia a livelli normali.
  • Neutralizzare gli enzimi che distruggono il tessuto connettivo.
  • Migliorare la vista.

In particolare, le delfinidine stimolano il sistema immunitario, regolano l'infiammazione e la crescita cellulare.

 

MISURA DELL'ATTIVITÀ ANTIOSSIDANTE DELLE ANTOCIANINE

 

Uno dei parametri che esprime la capacità antiossidante di un alimento è il test ORAC, acronimo di Capacità di Assorbimento dei Radicali dell'Ossigeno. Un valore ORAC elevato significa alta attività antiossidante in vitro.

 

Il maqui contiene delle antocianine che lo proiettano tra i cibi con un valore ORAC significativo.

 

 

DOVE ACQUISTARE IL MAQUI?

È assai improbabile comprare il maqui dal fruttivendolo di fiducia. Però, considerate le sue potenziali proprietà, le aziende farmaceutiche hanno prodotto degli integratori alimentari a base di maqui. Questi integratori promettono di conservare tutte le attività della pianta proveniente dal Cile.

  • Supporto alla risposta immunitaria.
  • Mantenere la risposta infiammatoria efficace e non dannosa.
  • Regolare i livelli di glucosio nel sangue.
  • Regolare i livelli di colesterolo nel sangue.
  • Prevenire l'ossidazione delle cellule ed il loro invecchiamento.
  • Preservare la salute del sistema vascolare e promuovere la circolazione sanguigna.

25-50 mg al giorno di Maqui agiscono da potente antiossidante, 50-100 mg al giorno bloccano l'infiammazione cellulare, 250-500 mg al giorno attivano l'enzima della vita, promuovendo quindi il dimagrimento, e il rallen­tamento del processo di invecchiamento.

Le Bacche di Maqui sono considerate migliori delle bacche di Acai e di Goji, e sono caldamente raccomandate da Barry Sears, l'inventore della Dieta a Zona, nel suo ultimo libro"La Zona del Futuro"

Gli effetti benefici sul sistema cardiovascolare fanno sì che questi integratori a base di maqui siano particolarmente consigliati anche per gli sportivi.

Uno dei prodotti più seri e fornito di documentazione scientifica è lo svizzero Zinopin Daily che è sul mercato mondiale da oltre 10 anni e recentemente è stato aggiornato con l'aggiunta del Delphinol molecola estratta dal Maqui.

 

 

 

 

 

Iscriviti alla newsletter

Inserisci la tua email per restare aggiornato sempre sulle ultime novità

Telefono: +39 3484631021

Email: info@scen.biz